Archivi

 

ALMAVIVA AL TEMPO DEL COVID

 

In relazione all’oneroso prestito obbligazionario contratto nel 2017 (*), l’azienda è tenuta a pubblicare dei report trimestrali per dare evidenza progressiva del proprio andamento economico. Il 12 novembre è stato pubblicato il report relativo ai primi nove mesi del 2020 (**), a cui si riferiscono i dati di seguito riportati.
I dati relativi ai primi tre trimestri del 2020 sono confrontati con quelli dei corrispondenti periodi del 2019.

  

Gruppo Almaviva Primi 3 mesi   Primi 6 mesi   Primi 9 mesi
(dati in migliaia di Euro) 2019 2020   2019 2020   2019 2020
Ricavi 205.106 224.023 419.577 431.767 631.769 631.779
EBIT (Ris.
Operativo)
14.441 16.316 29.894 36.869 38.760 51.025
% EBIT/Ricavi 7,04% 7,28% 7,12% 8,54% 6,14% 8,08%

 

Per quanto riguarda il gruppo Almaviva si segnalano:

·   Il positivo andamento dei ricavi (nonostante la flessione dei due rami del CRM), pur con il rallentamento del terzo trimestre

·   il costante aumento dei margini (EBIT +31,64% nei primi nove mesi)

·   il significativo miglioramento del rapporto EBIT/Ricavi che assorbe quasi completamente la fisiologica flessione del terzo
trimestre

 

IT Services Primi 3 mesi   Primi 6 mesi   Primi 9 mesi
(dati in migliaia di Euro) 2019 2020   2019 2020   2019 2020
Ricavi 111.154 130.998 235.503 263.745 358.903 393.006
EBIT (Ris.
Operativo)
11.648 13.520 24.775 27.241 32.764 36.091
% EBIT/Ricavi 10,47% 10,32% 10,52% 10,33% 9,13% 9,18%

 

Per quanto riguarda il ramo IT Services (i cui ricavi pesano per il 58,14% su quelli dell’intero gruppo al 31/12/2019) si sottolinea il fatto che Almaviva SpA ne rappresenta la componente di maggior peso (più del 90% dei ricavi di IT Services al 31/12/2019) e si segnalano:

·la significativa crescita dei ricavi (+9,5% nei primi nove mesi) che permette al gruppo di assorbire il calo dei ricavi dei due rami del CRM

· il costante aumento dei margini (+10,2% nei primi nove mesi), pur in presenza della fisiologica flessione del terzo trimestre

· il positivo andamento del rapporto EBIT/Ricavi che, nel terzo trimestre, recupera il calo avuto nei primi due

 

Questi dati, anche se riferiti solo ai primi nove mesi dell’anno e limitati al confronto tra i due indicatori esposti, ci confermano che l’azienda non solo è riuscita a sostenere l’impatto della drammatica emergenza sanitaria ma anche a mantenere, consolidandola, la tendenza positiva degli ultimi anni.

 

Tale considerazione è confermata dalle conclusioni del report agli investitori (il backlog continua ad essere “very strong”, il trend di mercato e i risultati operativi sono positivi in ogni settore) e anche dalle recenti dichiarazioni dell’AD Marco Tripi “Stiamo crescendo in Italia e prevediamo fino al 2025 un tasso medio di crescita annua del 5%” (Il Riformista del 10 novembre) e del Direttore Finanziario Christian De Felice “C’è soddisfazione per l’andamento del gruppo, unita alla consapevolezza per le sfide importanti che abbiamo di fronte” (Milano Finanza del 17 novembre), disponibili sulla Rassegna stampa di MyAlmaviva e di cui consigliamo la lettura.

 

Ci sono quindi le condizioni per riprendere un percorso di confronto costruttivo su tutti i temi in agenda, tenendo sempre presente che i risultati raggiunti sono il frutto dell’impegno professionale di tutti i lavoratori Almaviva e a questo impegno va dato il riconoscimento dovuto.

 

(*)
A ottobre 2017 Almaviva ha emesso obbligazioni quinquennali per 250 mln di euro al tasso fisso del 7,25%, con la restituzione del capitale alla scadenza e possibilità di “richiamo anticipato” delle obbligazioni. Il peso annuo per interessi è di circa 18 mln di euro. Nel mese di novembre, dopo ripetuti alti e bassi, il valore delle obbligazioni ha superato il prezzo di emissione (+1% circa), rimanendo costantemente al di sopra di esso

(**)
tutti i report sono disponibili su
https://www.almaviva.it/it_IT/Investor_Relations)

 

19 novembre 2020              Coordinamento Rsu Almaviva SpA

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login