Archivi

 

FERIE: NON IMPROVVISARE!

 

Ieri pomeriggio la Direzione aziendale ha convocato il Coordinamento delle RSU Almaviva SpA per confermare il prolungamento delle attività in Smart Work almeno fino al 3 Aprile e comunicare di aver inviato una lettera a dirigenti e responsabili in cui veniva trattata la questione delle ferie.

L’indicazione, per come ci è stata presentata, prevedeva di valutare la possibilità di far anticipare la fruizione delle eventuali ferie residue 2019 e delle ferie maturate nel primo semestre 2020 (fino ad un massimo 10 giorni) ai dipendenti dei gruppi il cui carico di attività, è diminuito/sta diminuendo/è prevedibile che diminuisca nel prossimo futuro, a causa dell’emergenza Coronavirus, ripianificandole in relazione ai periodi di minor carico.

Abbiamo criticato l’azienda per non aver cercato un confronto preventivo e un accordo con le RSU, sottovalutando il fatto che i vari responsabili potessero tradurre questa indicazione in modo difforme e confuso.

Puntualmente questo rischio si è verificato.

In alcuni gruppi, solo a titolo di esempio, l’indicazione si è tradotta nell’invito “pressante” a pianificare immediatamente 10 giorni di ferie aggiuntivi a quelli fatti finora, a tappeto e senza distinguere tra progetti più o meno scarichi.

Pur condividendo le preoccupazioni per l’andamento produttivo, economico e finanziario dell’azienda, ma al fine di evitare situazioni come quelle sopra descritte, il Coordinamento ha chiesto di ragionare su una ipotesi di nuovo accordo sulle ferie, che preveda una pianificazione condivisa, senza eccessi, contemperante le cautele aziendali con le necessità dei dipendenti.

A tal fine il Coordinamento si riunisce questa mattina e incontrerà l’azienda oggi stesso o al più tardi Lunedì 16.

Pertanto, diamo indicazione a tutti i dipendenti di aspettare la conclusione della discussione (cui daremo tempestivamente informazione) prima di riprogrammare la pianificazione.

 

13 marzo 2020                                   Coordinamento RSU Almaviva SpA

 

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login