STRAORDINARIO O BANCA ORE ?

LA SCELTA SPETTA AL LAVORATORE

Le Regole generali sullo Straordinario

 

Dipendono dalla legislazione e dal Contratto Nazionale vigente che ne stabilisce (Sez. Quarta – Titolo III – Art. 7) i limiti giornalieri, settimanali e annuali (2 ore, 8 ore e 200 ore rispettivamente) e le percentuali di maggiorazione dovute nei diversi casi (feriale, notturno, festivo, per lavoro a turni, …).

 

Con lo stesso articolo vengono anche precisati il carattere di eccezionalità dello straordinario, l’obbligo per la Direzione di comunicazione/richiesta preventiva ai lavoratori interessati e la procedura di informazione alle Rsu.

La Banca Ore

 

Sempre nello stesso articolo è presente un paragrafo dedicato alla Banca Ore in cui si precisa che:

 

la scelta di accantonare in Banca Ore le ore mensili di straordinario o di richiederne il pagamento

spetta al lavoratore

 

Si ricorda che, nel caso di accantonamento in Banca Ore, è dovuto il pagamento ridotto della maggiorazione, che verrà liquidata nella misura del 50% della maggiorazione normalmente prevista. I “riposi” accantonati dovranno essere fruiti entro i due anni successivi a quello di accantonamento.

 

 

Queste sono le regole vigenti e tutti sono tenuti a rispettarle:

 

  • i dirigenti e i responsabili ai vari livelli lasciando la libertà di scelta al singolo lavoratore

 

  • i dipendenti esigendo il riconoscimento di un diritto contrattuale che garantisce una migliore distribuzione tra tempi di vita e tempi di lavoro

 

 

 

Roma, 7 marzo 2019                                        RSU Almaviva Roma

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Archivi