fimfiomuilm_nazionali

Comunicato sindacale

ALMAVIVA: INCONTRO CON L’AZIENDA DEL 23 LUGLIO 2018

  
Lunedì 23 luglio si è tenuto l’incontro tra la Direzione di Almaviva SpA e Fim, Fiom, Uilm Nazionali insieme al Coordinamento Nazionale delle Rsu Almaviva. Per l’azienda erano presenti Christian De Felice (Direzione Amministrazione e Finanza), Smeraldo Fiorentini (BU Trasporti) e Antonio Amati (BU IT) insieme a Marina Irace
e Andrea Lucente per la Direzione Risorse Umane e Relazioni Industriali.

 
L’incontro è iniziato con una presentazione di Christian De Felice che ha illustrato la situazione economica e finanziaria dell’azienda a partire dai risultati del 2017 che hanno confermato l’andamento positivo degli ultimi due anni, con l’aumento dei ricavi, arrivati a 354,5 mln di euro (erano 339,8 nel 2016), dei margini e dell’utile,
dati in miglioramento anche rispetto alle previsioni. Per il futuro le previsioni 2018, che si basano sui contratti in essere e prospect nonché sui risultati della prima trimestrale, confermano la tendenza alla ripresa. Sul fronte finanziario è previsto per settembre il processo di revisione del rating da parte di S&P e Moody’s: l’andamento
dell’azienda e del valore delle obbligazioni in questi mesi fanno sperare in una conferma dei giudizi.

 
Smeraldo Fiorentini ha concentrato il suo intervento sulle prossime gare che la BU Trasporti si prepara ad affrontare con alle spalle i risultati più che buoni ottenuti nel 2017. Permangono le incertezze dovute anche alle possibili operazioni interne al gruppo Ferrovie ma lo scenario più probabile resta comunque quello di più gare
frazionate, di cui però sono indeterminati sia i perimetri sia i capitolati sia i tempi. Il quadro generale è in ogni caso positivo, in particolare per il significativo investimento sulla Digital Transformation deciso dalle Ferrovie; c’è inoltre un forte impegno di Almaviva per le prossime gare testimoniato anche dalla recente acquisizione di Sadel che, attraverso l’integrazione dell’offerta, rafforza il posizionamento aziendale. Anche sull’aspetto occupazionale Fiorentini non ha espresso preoccupazione perché, pure nel caso di un’eventuale riduzione dei perimetri di attività, esistono buoni margini di riallocazione in gruppi a oggi sottostaffati.

 
La situazione della BU IT è stata descritta da Antonio Amati che, partendo dai dati economici presentati da De Felice, ha sottolineato i positivi risultati del 2017, ottenuti anche grazie all’avvio delle attività dei lotti 3 e 4 Consip, ma frutto di una notevole variabilità degli andamenti delle diverse aree. Tutto questo – ha sottolineato Amati –
si è realizzato comunque in un quadro di difficoltà dovute a tariffe in calo e ad alcune gare in cui la componente economica ha pesato negativamente per Almaviva. Il miglioramento dei risultati si accompagna a una significativa riduzione delle insaturazioni mentre le esternalizzazioni rimangono sostanzialmente costanti. Le prospettive restano positive per l’area Finance e si evidenziano dei segnali di inversione di tendenza per l’area Enti e per l’area Difesa e Sicurezza ma sarà determinante la crescita delle attività collegate ai lotti 3 e 4 Consip come pure l’avvio del progetto Sistri che dovrebbe sbloccarsi prima della fine dell’anno. Per quanto riguarda le attività dell’area Agricoltura, la cui proroga potrebbe durare ancora diversi mesi, i lotti Consip permettono di impiegare in ambito PAL la gran parte delle competenze maturate ma la situazione andrà seguita e monitorata con la massima attenzione.

 
Al termine della discussione Fim, Fiom e Uilm e le Rsu hanno chiesto all’azienda:

  • di realizzare un piano pluriennale di interventi di incentivo all’esodo, in particolare verso il pensionamento, per favorire il necessario remix generazionale e professionale;

 

  • di attuare concretamente l’accordo aziendale sulla parte variabile del Premio di Risultato, a partire da un incontro da tenersi subito dopo l’estate;

 

  •  di migliorare la situazione dell’organizzazione produttiva, di potenziare e ottimizzare la formazione e di realizzare un sistema professionale che permetta di inquadrare correttamente le professionalità esistenti e favorirne lo sviluppo attraverso la definizione di specifici percorsi di crescita.

 

 
Per la ripresa del confronto è già stato fissato il prossimo incontro che si terrà il 13 settembre.

 
FIM, FIOM, UILM NAZIONALI
COORDINAMENTO RSU ALMAVIVA SPA

 
Roma, 24 luglio 2018

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Archivi