Archivi

ACCORDO FERIE 2017


Il 16 dicembre u.s. l’azienda ha comunicato i 4 giorni di chiusura collettiva dal 2 al 5 gennaio 2017. E’ stata una decisione unilaterale che ha indignato tanto voi quanto noi perché non solo è stata motivata da discutibili ragioni e applicata con una gestione affrettata e approssimativa ma ha anche portato ad un risultato deludente perfino dal punto di vista esclusivamente aziendale (35-40% di presenze contro una media “normale” del 15-20% nei giorni di chiusura previsti negli ultimi anni).


 

Abbiamo ragionato a lungo sull’opportunità di cercare comunque un confronto con l’azienda sul tema ferie, proprio perché il clima era “viziato” da questa decisione. Abbiamo però pensato che avremmo dovuto provare sulla base di queste considerazioni:

  • ogni accordo è un contributo utile a garantire un trattamento equo e trasparente;
  • il sistema di pianificazione annuale, correttamente utilizzato, permette di conciliare le esigenze dei lavoratori e quelle dell’azienda;
  • il contenimento dei giorni di chiusura collettiva non comporta conseguenze negative per l’azienda e soprattutto va incontro all’esigenza di chi ha a disposizione un minor numero di giorni di ferie

Abbiamo deciso quindi di affrontare una trattativa complessa, durata diverse settimane, che ci ha permesso di arrivare ad un accordo in linea con i nostri presupposti e che prevede:

  • la riproposizione del sistema di pianificazione annuale, senza ulteriori vincoli, per arrivare alla fruizione della spettanza 2017 (la pianificazione andrà completata entro il 20 marzo e resterà aperta per tutto l’anno, con le condizioni specificatamente previste per l’ultimo trimestre);
  • la limitazione dei giorni di chiusura che sono solo 2 (in aggiunta ai 4 giorni di gennaio), con un giorno a scelta (Venerdì prima o Martedì dopo le festività pasquali) e il 24 aprile;
  • un iter per il progressivo smaltimento dei residui, con un’equa ripartizione tra il primo e il secondo semestre dell’anno;
  • la possibilità, a livello individuale, di sbloccare (in toto o in parte) eventuali giorni “congelati” negli scorsi anni (le singole situazioni esistenti verranno segnalate dall’azienda con apposite comunicazioni individuali).
  • la possibilità di utilizzare i permessi Rol (che nel 2017 sono pari a 16 ore per i livelli 6°, 7° e Quadri e a 24 ore per i livelli fino al 5°S) anche a minuti, senza più il vincolo massimo delle 2 ore, più la compensazione, con parziale sanatoria, delle quantità fruite in eccesso nel 2013 (anno di entrata in vigore dell’accordo “di sospensiva”);
  • un sistema di monitoraggio periodico per una verifica complessiva e puntuale dell’andamento del processo.

 

Per concludere ci preme sottolineare che, fermi restando i criteri previsti dall’accordo, è stato salvaguardato il principio che la pianificazione delle ferie deve essere condivisa e non imposta, principio particolarmente importante in una fase che ancora si caratterizza per i sacrifici che vengono richiesti ai lavoratori.

 

L’applicativo “Pianificazione ferie” sarà disponibile a breve su MyAlmaviva, successivamente all’aggiornamento dei dati sul Sistema Informativo e alla comunicazione aziendale sull’argomento che dovrebbe essere pubblicata in giornata.

 

2 marzo 2017                                                                            Coordinamento nazionale Rsu Almaviva

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login