Archivi

fimfiomuilm_nazionali

Comunicato sindacale
ALMAVIVA: INCONTRO CON L’AZIENDA DEL 13 DICEMBRE

Il 13 dicembre si è tenuto l’incontro tra la Direzione di Almaviva SpA e Fim, Fiom, Uilm nazionali insieme al Coordinamento nazionale delle Rsu Almaviva. Per l’azienda erano presenti Antonio Amati (Divisione IT), Smeraldo Fiorentini (Divisione Transportation) con Marina Irace, Andrea Lucente e Andrea Zennaro per la Direzione RU/Relazioni Industriali.

L’incontro, prosecuzione di quello del 26 Ottobre scorso, era stato fissato per avere un aggiornamento con maggiore visibilità sulle prospettive aziendali, soprattutto in relazione all’esito delle ultime gare (lotti Consip, Sistri, etc..) di cui andavano verificate sia la dimensione sia i tempi di avvio delle relative attività.

Per quanto riguarda i risultati dell’area PAC e PAL della Divisione IT si segnala un’inversione di tendenza (rispetto agli ultimi anni) con un aumento di ricavi che, seppure inferiore al budget, rappresenta un segnale positivo e incoraggiante. La ripresa andrà verificata nel corso del prossimo anno ma, pur nell’incertezza della fase attuale, ci sono le condizioni per un suo progressivo consolidamento. Per le attività dell’area Finance sono stati confermati i miglioramenti già evidenziati nell’incontro precedente, sia nel rafforzamento del posizionamento di mercato sia nelle previsioni di crescita. Sono state approfondite anche le strategie, lo sviluppo delle attività e i risultati della Divisione Transportation di cui si confermano le tendenze già evidenziate nell’incontro precedente, con un miglioramento dei risultati rispetto al budget e una sostanziale stabilità dei ricavi rispetto al 2015. All’interno di tale contesto è stato finalmente ottenuto (a partire dal 1 gennaio 2017) l’allineamento delle percentuali di solidarietà della sede di Zumpano con quelle del resto dell’azienda, ponendo fine a una differenziazione ormai anacronistica. La nuova situazione dovrà essere sostenuta anche con un’azione più efficace dell’azienda nei confronti del mercato locale, utilizzando le ipotesi delineate nel corso del recente incontro, richiesto dal sindacato, con l’Amministrazione regionale. Il Coordinamento ha richiesto di non procedere ad altri trasferimenti, utilizzando e applicando opportunamente le norme contrattuali e adottando tutte le possibili misure organizzative e produttive.

La discussione che si è sviluppata ha riguardato soprattutto la corretta applicazione degli accordi, a partire da quello di gennaio 2016, rispetto al quale è necessario un rafforzamento delle funzioni (Resource Management) e degli strumenti (piano formativo, job posting) per favorire l’uscita dall’area di Adeguamento Skill e il suo progressivo superamento.

Si è concordato di proseguire il confronto il 18 gennaio (data da confermare) a partire dai necessari approfondimenti sui seguenti temi:

  • quantificazione dell’intervento realizzato per i dirigenti (in coerenza e solidarietà con quanto previsto dagli accordi che riguardano tutti i lavoratori)
  • andamento economico 2016 (dati consuntivi) e budget 2017 (dati previsionali), anche per definire un nuovo accordo sulla parte variabile del Premio di Risultato
  • riorganizzazione aziendale e missione produttiva dei diversi siti
  • piano di assunzioni per il 2017 e seguenti e stato delle esternalizzazioni, anche per mettere in campo tutti i possibili interventi utili a ridurre le insaturazioni

Pur considerando il carattere parzialmente interlocutorio dell’incontro, si può esprimere una ragionevole soddisfazione, sia per la conclusione positiva della trattativa sulle percentuali di solidarietà della sede di Zumpano (pur restando aperto il problema dei recenti trasferimenti) sia per la disponibilità dell’azienda a confrontarsi sui problemi reali, avviando una discussione sulle percentuali di solidarietà, volta a ridurne i volumi complessivi, a partire dal prossimo incontro.

Il Coordinamento e le OOSS in merito alla situazione di Almaviva Contact, nell’esprimere e ribadire la piena solidarietà ai lavoratori e alle lavoratrici, hanno richiesto all’Azienda il ritiro delle procedure aperte e di rendersi disponibile a soluzioni non traumatiche e condivise con le OOSS e le RSU interessate.

FIM, FIOM, UILM NAZIONALI

COORDINAMENTO RSU ALMAVIVA SPA

Roma, 14 dicembre 2016

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login