Archivi

RISPETTARE GLI IMPEGNI,

SENZA PERDERE ALTRO TEMPO

 

L’accordo del 26 gennaio 2016 sui Contratti di Solidarietà (e sul parziale ripristino degli istituti sospesi: ROL e Sa/Do) prevede una serie di interventi utili a migliorare l’impiego e l’allocazione delle risorse, con l’obiettivo della loro “tendenziale piena saturazione” e del “progressivo superamento dell’attuale struttura Adeguamento Skill”.

 

È bene ricordare alla Direzione aziendale di che cosa stiamo parlando:

  • istituzione di una funzione centralizzata di Resource Management, con ampia visibilità sui processi organizzativi e produttivi e più efficaci strumenti d’intervento, in particolare per quanto riguarda gli aspetti delle dimissioni/assunzioni e delle esternalizzazioni (in essere e prospect);
  • attuazione di un sistema di Job posting (Bandi) per favorire la più opportuna allocazione delle risorse, garantendo la massima trasparenza del processo;
  • potenziamento dell’offerta di attività di gestione operativa e sviluppo di una specifica proposta commerciale per le attività di Business Process Outsourcing-BPO, costituendo un’apposita nuova struttura organizzativa “BPO”;
  • attivazione di specifici percorsi formativi di aggiornamento e riqualificazione del personale;
  • definizione entro il mese di febbraio dei singoli interventi e dei relativi stanziamenti per supportarne la concreta realizzazione, con incontri bimestrali di monitoraggio delle azioni indicate.

 

A distanza di quasi quattro mesi nessuno di questi interventi è stato realizzato!

 

Chiediamo quindi all’azienda di recuperare immediatamente il tempo perduto e di tradurre le discussioni che ci sono state fino adesso in azioni concrete, per la completa attuazione di quanto previsto dall’accordo.

 

Ma noi crediamo che per affrontare le difficoltà dell’attuale fase aziendale sia necessario fare ancora di più, intervenendo a diversi livelli sull’organizzazione aziendale:

  • migliorando il sistema produttivo e le condizioni di lavoro, anche rafforzando gli organici ove necessario, e introducendo nuovi codici di fatturazione per “fotografare” correttamente alcune situazioni particolari (come, ad esempio, l’aumento dei carichi di lavoro o le attività da svolgere in fase di avviamento o di chiusura di un contratto) e arrivare a un giusto dimensionamento degli organici, soprattutto nei periodi più critici;
  • potenziando gli interventi formativi, adeguando sempre più il piano di formazione alle linee strategiche aziendali, sviluppando i percorsi formativi teorico-pratici finalizzati alla realizzazione di prototipi, semilavorati e componenti di prodotto e migliorando il sistema dell’affiancamento on the job;
  • avviando un progetto di sviluppo delle attività interne, dalla ingegnerizzazione dei prodotti al miglioramento dei processi e delle procedure (come, ad esempio, la dematerializzazione degli archivi);
  • definendo un sistema professionale che, attraverso una classificazione aggiornata delle competenze, permetta l’evidenziazione dei diversi ruoli/profili, anche collegandoli a specifici percorsi formativi e di crescita professionale. Un impegno in questo senso era già stato preso dall’azienda nel 2013 e ulteriori ritardi su questo argomento rischiano di condizionare negativamente Almaviva anche nei confronti delle altre aziende del settore.

 

Serve certamente una più efficace azione commerciale dell’azienda e tutti speriamo in un esito positivo delle prossime gare ma intanto non si può stare con le mani in mano e bisogna mettere in campo tutte le iniziative utili a migliorare l’organizzazione produttiva e l’impiego delle risorse.

 

L’accordo sui Contratti di Solidarietà è stato avviato a febbraio e si concluderà a giugno del 2017: è fondamentale arrivare a quella scadenza in condizioni migliori rispetto all’inizio, altrimenti i sacrifici che tutti stiamo facendo risulterebbero inutili.

 

NON C’E’ TEMPO DA PERDERE!

 

 

16 maggio 2016                                      Coordinamento nazionale Rsu Almaviva

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login