Archivi

CONTRATTO NAZIONALE: LA FIOM CHIEDE IL VOTO DI TUTTI I LAVORATORI

Come preannunciato anche in Almaviva, a fine Settembre, la FIOM ha oggi concluso l’elaborazione della piattaforma rivendicativa per il rinnovo del Contratto Nazionale, costruita sulla base della discussione delle linee guida illustrate nelle diverse assemblee aziendali in tutto il Paese.

Su questa piattaforma, scaricabile dal sito www.fiomromalazio.it (riquadro in alto a destra: “Metalmeccanici al voto”) e già inviata tramite mail a tutti gli iscritti e a tutti coloro che hanno chiesto di essere compresi nell’indirizzario della RSU, la FIOM chiede un voto a tutti i lavoratori della categoria, iscritti e non iscritti.

Questo voto è particolarmente importante, non solo per la consueta ragione di principio (affermare il diritto di votare su piattaforme e accordi che ci riguardano), ma anche perché, in seguito all’accordo sulla rappresentanza di Gennaio 2014, la certificazione numerica (degli iscritti, dei voti nelle elezioni RSU e dei voti sulla piattaforma rivendicativa) può essere un ostacolo significativo alla stipula di accordi separati che vanno a beneficio della controparte.

In aggiunta al voto sulla piattaforma, la FIOM chiede anche a tutti i lavoratori di pronunciarsi sull’opportunità di un impegno, da parte dell’organizzazione, insieme ad altre forze sociali, sul tema dei referendum abrogativi di un insieme di leggi approvate in questi mesi che vanno tutte contro principi e diritti fondamentali della nostra Costituzione e a detrimento del mondo del lavoro.

I DELEGATI FIOM ELETTI NELLA RSU ALMAVIVA ORGANIZZANO IL VOTO REFERENDARIO SECONDO IL SEGUENTE CALENDARIO:

SEDE GIORNI ORARIO LUOGO
CASAL BOCCONE MERCOLEDì 11 E GIOVEDì 12 12:30 – 14:30 davanti Bar
SCALO PRENESTINO MERCOLEDì 11 E GIOVEDì 12 12:30 – 14:30 davanti Bar
SEDI CLIENTI Contattare referenti di sede o votare presso una delle altre due sedi aziendali    

 

INVITIAMO TUTTI ALLA MASSIMA PARTECIPAZIONE

4 novembre 2015                 Delegati FIOM della Rsu Almaviva spa ROMA

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login