Archivi

ADEGUAMENTO SKILL E ALLOCAZIONI

Incontro con l’azienda

 

Il 25 febbraio 2015 si è tenuto un incontro tra la Direzione Aziendale (Cassella, Campitelli, Donaudy) e le Rsu di Almaviva per analizzare l’andamento del Progetto Adeguamento Skill e la situazione delle risorse non allocate.

 

L’azienda ha illustrato l’andamento del Progetto, descrivendo il flusso delle allocazioni (uscite da AS), la durata dell’assegnazione delle risorse all’area di AS e la distribuzione per livello e per sede geografica. Inoltre ha dato informazioni sullo stato delle non allocazioni e degli interventi mirati a migliorare tale situazione.

 

Come Coordinamento delle Rsu di Almaviva abbiamo ribadito la nostra contrarietà al mantenimento del progetto, sottolineando la scarsità delle iniziative utili alla crescita professionale delle risorse in AS che invece andrebbero estese e potenziate, anche alla luce dei risultati positivi ottenuti nei casi di interventi formativi mirati. Tuttavia abbiamo preso atto del sostanziale rispetto dell’accordo 27 maggio 2014 e della progressiva riduzione del numero di risorse in AS, dalla sua costituzione a oggi.

 

Abbiamo anche chiesto maggiori informazioni di dettaglio sul funzionamento dei processi collegati al percorso di Adeguamento Skill e la discussione proseguirà in incontri successivi, il primo dei quali si terrà all’inizio di aprile.

 

In relazione al problema delle non allocazioni, in parte collegato a quello dell’AS, abbiamo chiesto di rafforzare alcuni interventi già in atto e abbiamo proposto di avviare nuove iniziative per:

  • ottimizzare i processi e le procedure interne, con l’obiettivo di aumentare l’efficienza aziendale;
  • dare supporto alla produzione e all’attività commerciale, anche individuando specifiche attività “di servizio”, per rendere più gestibili i carichi di lavoro, migliorare la qualità dei prodotti/servizi e consolidare il rapporto con i clienti;
  • sviluppare progetti interni “a investimento” (dall’ingegnerizzazione di prodotti e componenti all’automazione dei processi), per rafforzare il posizionamento industriale e commerciale dell’azienda;
  • recuperare parte delle attività oggi esternalizzate e contenere quelle di prevedibile esternalizzazione, anche attraverso interventi sull’organizzazione produttiva e specifiche azioni formative.

 

C’è bisogno di un piano per migliorare l’efficienza e l’organizzazione produttiva e per realizzarlo si possono impiegare anche le risorse in AS e/o senza allocazione stabile.

 

Non cogliere questa esigenza e non sfruttare questa opportunità sarebbero segnali di miopia e di sottovalutazione della situazione.

 

Che cosa risponde l’azienda?

 

 

16 marzo 2015                             Coordinamento Rsu Almaviva SpA

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login