Archivi

È stato raggiunto un accordo sulla struttura e sulle condizioni economiche della polizza aziendale di assistenza sanitaria per l’anno 2015.

 

La ridefinizione delle caratteristiche della polizza era già stata prevista quando abbiamo sottoscritto gli accordi di armonizzazione e sospensiva (aprile 2013). Per il 2014, oltre alla revisione delle forme di copertura, era stata stabilita la ripartizione del costo della polizza base (Alma1) al 50% tra azienda e dipendente.

 

La definizione del nuovo accordo è stata complicata dallo sbilanciamento del rapporto premi-rimborsi: il gestore (Fondo ASSIDAI) incassa molto meno di quanto paga, in particolare per le prestazioni previste dai pacchetti Alma2 (integrativo Almaviva) e Alma3 (ex TSF).

 

Nel nuovo accordo, valido per il 2015:

  • siamo riusciti a contenere l’aumento del costo complessivo della polizza (il pacchetto base passa da 294 a 340 euro, il costo per l’inserimento di un familiare non fiscalmente a carico “NFC” resta di 113 euro) e il maggior onere sarà assorbito principalmente dall’azienda
  • sono state mantenute tutte le tipologie di prestazioni già previste
  • sono stati modificati i trattamenti relativi alle prestazioni indicate nella comunicazione aziendale del 16/12/2014

 

In definitiva, per il prossimo anno, le principali variazioni saranno le seguenti:

  • pacchetto unico (in pratica il pacchetto base (ex Alma1) assorbe i pacchetti Alma2 e Alma3)
  • premio annuo (costo totale polizza) = 340 euro
  • ripartizione costo: azienda = 178,50 euro; dipendente = 161,50 euro
  • rateizzazione: tre rate (marzo, giugno, settembre 2015) invece di due
  • prestazioni: vedi comunicazione aziendale

 

Le condizioni di adesione, recesso e variazione restano sostanzialmente le stesse, con le precisazioni indicate nella comunicazione aziendale.

 

IMPORTANTE

  • Le nuove adesioni e i recessi vanno comunicati all’azienda entro lunedì 22 dicembre
  • Per tutti i vecchi aderenti (anche ai pacchetti Alma2 e Alma3), salvo il caso di recesso, è previsto il passaggio automatico al nuovo pacchetto “unico”, con l’applicazione delle nuove condizioni previste

 

Come già evidenziato, la nuova polizza vale solo per un anno e dovrà essere ridiscussa nel corso del 2015. Per evitare che le verifiche e la discussione avvengano a ridosso della scadenza e siano quindi condizionate da tempi troppo stretti, è stato concordato di avviare il nuovo confronto già a partire da giugno 2015.

 

17 dicembre 2014                           Coordinamento Rsu Almaviva

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login