Archivi

Nei giorni scorsi è stato definito l’accordo su chiusure collettive e pianificazione delle ferie e dei residui per il corrente anno bilancistico (01/10/2014-30/09/2015) la cui applicazione è specificata nella comunicazione aziendale pubblicata su MyAlmaviva.

L’impostazione dell’accordo è molto simile a quella dell’anno scorso e prevede un numero ridotto di chiusure collettive, lo smaltimento dei residui (favorito dal fatto che, nel secondo semestre dell’anno, non ci sarà la Solidarietà) e la pianificazione annuale delle ferie.

Chiusure collettive

I giorni di chiusura previsti sono otto: 2 e 5 gennaio, 1 giugno, 17-21 agosto.

A questi otto si aggiungono, per chi ha le maggiori quantità di residui, alcuni giorni in più da fruire nel periodo 22-31 dicembre 2014: un giorno in più per chi ha residui compresi tra 12 e 15,99 giorni; due giorni per chi ha residui compresi tra 16 e 22,99; tre giorni per chi ha residui da 23 giorni in su.

I giorni di chiusura “fissi” saranno inseriti in automatico a sistema con la causale Ferie, gli altri potranno essere pianificati con causale a scelta del dipendente avendo cura di dare la priorità agli istituti con scadenza più ravvicinata.

Smaltimento Residui

L’accordo si pone l’obiettivo del completo smaltimento dei residui entro il 30 settembre 2015 fino a un massimo di 22 giorni (fa eccezione la sede di Zumpano – il cui accordo di Solidarietà copre l’intero anno – per cui è previsto un massimo di 16 giorni, come lo scorso anno, invece di 22).

Non sono più previste le fasce né la pianificazione su base semestrale.

Per i casi di residui superiori a 22 giorni saranno possibili ulteriori interventi nel periodo 01/10/2015-31/12/2015, sempre tenendo conto delle situazioni particolari (aspettative e malattie di lunga durata).

Pianificazione Annuale

La pianificazione avverrà su base annuale, per l’intero periodo 01/10/2014-30/09/2015.

Come già avvenuto gli anni scorsi, a ogni lavoratore verrà comunicata la propria situazione ferie e residui al 30/09/2014, sulla cui base dovrà avvenire la pianificazione. Tale indicazione terrà conto dei casi che, al 30 settembre 2014, si sono trovati con una dotazione negativa (le quantità negative saranno sottratte dal totale).

Vista la durata del periodo da pianificare, la procedura permetterà aggiustamenti in corso d’anno (attraverso l’applicazione on line o con giustificativo cartaceo) con le stesse modalità già in vigore. In pratica, i giorni già pianificati potranno essere spostati ma non cancellati (il numero totale dovrà rimanere invariato).

Roma, 26 novembre 2014                                         RSU Almaviva Roma

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login