Archivi

Dal 2008 fino al 2015 compreso, in base alla legge 243/2004, è in vigore un regime sperimentale per le sole lavoratrici che permette loro di andare in pensione – volontariamente – con le regole rimaste in vigore fino al 31/12/2007, cioè con almeno 57 anni di età (58 per le lavoratrici autonome) e 35 anni di contributi.

 

È evidente che si tratta di una condizione molto più favorevole dal punto di vista dei requisiti – soprattutto dopo le modifiche introdotte dalla Riforma Fornero – ma essa prevede che le interessate debbano optare per la pensione calcolata interamente con il metodo contributivo invece che con il retributivo o il misto (ciò comporta una riduzione dell’assegno di pensione, variabile da caso a caso).

 

Per il meccanismo delle “finestre” di uscita, le lavoratrici che possono ancora esercitare questo diritto devono avere compiuto 57 e 3 mesi entro il 30 novembre 2014 avendo maturato, alla stessa data, almeno 35 anni di contributi.

 

Per quanto riguarda Almaviva SpA di Roma, riteniamo che possano esserci più colleghe in possesso dei requisiti richiesti e quindi potenzialmente interessate ad approfondire la questione.

 

Per questo è stata organizzata un’assemblea a cui abbiamo invitato gli esperti del Patronato ITAL-UIL per illustrare più dettagliatamente la situazione ed eventualmente prendere in carico la gestione delle pratiche per le lavoratrici che volessero verificare puntualmente la propria situazione.

 

Per tutte le colleghe interessate, appuntamento

 

Lunedì 27 ottobre 2014, ore 9.30

Auditorium Casal Boccone

 

 

Roma, 21 ottobre 2014                          RSU Almaviva Roma

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login