Login

IL NAUFRAGIO DELLE NAVETTE

 

 

La decisione dell’Azienda di sopprimere il servizio navette Ponte Mammolo – Casal Boccone, è iniqua in quanto comporterà un generale disagio per tutti i lavoratori che, regolarmente o saltuariamente, ne usufruiscono fino a limitare, in casi estremi, la possibilità stessa di raggiungere la sede di lavoro.

 

La motivazione, un risparmio di 97.000 € annuali, appare francamente risibile: si pensi al costo dei contratti di consulenza o, per rimanere in tema il costo del leasing delle vetture aziendali.

 

La decisione aziendale è ancora più inopportuna sia per l’incapacità di avvalersi della legislazione esistente in merito ai servizi di trasporto aziendali (Mobility Manager), sia per le promesse non mantenute sull’ampliamento del parcheggio, sia per l’incapacità di incidere sulle condizioni di accesso alla sede (viabilità di via di Casal Boccone, mancata installazione di un semaforo e/o di rotonde) anche in un contesto reso favorevole dalla disponibilità mostrata dal Municipio, sia in passato che recentemente.

 

Le RSU hanno avanzato soluzioni alternative al taglio: ribadiscono quindi la richiesta di una proroga del servizio con le attuali modalità, fino al 31 dicembre 2013.

 

 

Roma, 30 ottobre  2013

RSU Almaviva  SpA Roma

RSU Almaviva  Contact Roma

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Archivi