Login

FIM, FIOM, UILM - Segreterie Nazionali

 

Comunicato sindacale

ALMAVIVA

Si è svolto il 6 giugno l’incontro tra i vertici di Almaviva, FIM, FIOM, UILM Nazionali e il Coordinamento Nazionale RSU di Almaviva.
L’incontro è stato aperto da Christian De Felice, responsabile della Direzione Finanza, Controllo e Pianificazione strategica, che ha illustrato l’andamento economico e finanziario del gruppo Almaviva, anche alla luce dei risultati dell’ultima semestrale. Sono state evidenziate sia le criticità dovute al calo del fatturato (attenuato dai buoni risultati ottenuti sul mercato estero) sia il consolidamento della situazione patrimoniale e finanziaria dovuto al recente aumento di capitale da parte della proprietà e, per conversione delle obbligazioni, da parte del socio GE Capital. Il Direttore finanziario si è anche soffermato sulle condizioni che Almaviva deve rispettare in conseguenza del finanziamento ottenuto nel 2012 (riduzione dell’indebitamento, aumento del Patrimonio netto, aumento della redditività, gestione dei debiti commerciali).
A partire da quanto illustrato da De Felice, l’AD Marco Tripi ha analizzato lo scenario di mercato in cui il gruppo Almaviva si trova ad operare, mettendo in evidenza la necessità di scelte strategiche innovative – dall’evoluzione dell’offerta all’attenzione al mercato internazionale – che permettano di cogliere le opportunità comunque esistenti. Marco Tripi ha anche sottolineato che l’evoluzione del modello di business, dai servizi ai prodotti, richiede scelte coerenti rispetto all’organizzazione produttiva e alla gestione delle risorse, rimarcando l’importanza dei recenti accordi sindacali sottoscritti in Almaviva e in Almaviva Contact.
In relazione al cambiamento, Valeria Sandei, AD di Almawave, ha poi esposto le più significative tendenze evolutive del settore, analizzando le opportunità offerte dal processo di convergenza dei quattro principali elementi di tale evoluzione (big data, mobile, social, cloud). Alcune delle più recenti realizzazioni di Almawave sono state portate ad esempio di come si possano sviluppare e sfruttare le potenzialità esistenti nel gruppo per innovare/qualificare l’offerta in un mercato in continua e rapida evoluzione.
Le Organizzazioni Sindacali e le RSU, pur apprezzando il livello e le modalità di confronto sui temi di politica industriale, entrando nel merito delle singole questioni, hanno chiesto all’azienda di rendere operativo quanto previsto dal recente accordo e di fissare specifici incontri di approfondimento e monitoraggio, sia sull’evoluzione della situazione economica e finanziaria, che sugli aspetti collegati alle politiche industriali (sviluppo dell’offerta, organizzazione produttiva, controllo delle esternalizzazioni, progetto Almaviva Green) e allo sviluppo delle competenze professionali (sistema professionale e formazione).
Tuttavia hanno dovuto evidenziare che, nella gestione corrente, i comportamenti aziendali sono spesso inaccettabili (come nel caso, ultimo in ordine di tempo, della pianificazione di Ferie e Solidarietà) e hanno chiesto un immediato e concreto miglioramento della gestione corrente senza il quale risulterebbe impossibile affrontare tutti i difficili problemi aperti.
Infatti, per il superamento dell’attuale fase, complessa anche dal punto di vista del settore IT, sono necessari la massima attenzione nella gestione degli impegni presi e un salto di qualità nelle relazioni industriali.

COORDINAMENTO RSU ALMAVIVA SPA
FIM, FIOM, UILM NAZIONALI

Roma, 10 giugno 2013

 


20130610_incontro-tripi_fimfiomuilmrsu [pdf – 59 kb]

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Archivi