Login

PIU’ FORTE E PIU’ CHIARO

 

La straordinaria adesione allo sciopero di ieri, ovunque SUPERIORE AL 90%, i numerosi e partecipati volantinaggi organizzati in tutte le sedi e la grande presenza all’assemblea pubblica del pomeriggio, in cui la questione Almaviva è stata discussa nel quadro della situazione generale del settore informatico, rappresentano un messaggio inequivocabile per l’azienda:

 

i lavoratori Almaviva chiedono di sospendere la disdetta e di riaprire una trattativa vera, a partire da un piano industriale credibile.

 

I contenuti emersi nell’assemblea pubblica, a partire dalle relazioni degli esperti fino agli interventi degli esponenti politici presenti, confermano la necessità di affrontare i problemi Almaviva su scala più ampia, riorganizzando la struttura produttiva, investendo in innovazione e ricerca, assumendo un ruolo attivo in una auspicabile politica industriale di settore.

 

Solo così gli eventuali interventi sui costi potranno contribuire a un’uscita positiva dalla crisi attuale.

 

Resta confermato il blocco degli straordinari e della maggiore presenza oltre orario fino al 28 febbraio.

 

Roma, 19 febbraio 2013

Coordinamento nazionale RSU Almaviva

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Archivi