Login

3. Buoni Pasto: raccolta firme per interrompere la prescrizione

 

Come già annunciato in precedenza, la mancata corresponsione dei buoni pasto ha assunto dimensioni insostenibili.

 

L’azienda ha un debito, a oggi, di circa 10 mesi per ogni dipendente che non gode del servizio mensa.

 

Quindi, sentiti i diversi uffici legali sindacali, riteniamo necessario avviare la messa in mora dell’azienda cominciando dal primo passo: l’interruzione di ogni termine di prescrizione e decadenza sul credito pendente.

 

Pertanto diamo inizio alla raccolta di firme delle singole persone che vantano, per il 2012, arretrati dovuti e non corrisposti.

 

Modalità e tempi di raccolta delle firme, saranno comunicate sede per sede.

 

 

L’azienda rinunci agli atti unilaterali e riapra la trattativa!

 

 

Roma, 4 Febbraio 2013

 

Coordinamento RSU Almaviva

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Archivi