In questi giorni un bando frettoloso ed ambiguo ha permesso che un “anomalo” consorzio bipartisan, formato da alcune realtà della sinistra cittadina e da rampanti cooperative della destra, si aggiudicasse la ristrutturazione e la gestione dello spazio della Città dell’ Altra Economia (CAE), storica struttura in Largo D. Frisullo (ex- Mattatoio).

Si è trovato finalmente il modo di cancellare una struttura scomoda e, nello stesso momento, di calpestare la storia e la cultura di una realtà che da sempre appartiene alla città di Roma e che in questi anni ha garantito professionalità, qualità, solidarietà, partecipazione e democrazia.

La RSU Almaviva ha spesso partecipato alle iniziative promosse dalla CAE e da uno dei suoi più attivi ideatori ed animatori, Alberto Castagnola, nel tentativo di progettare e praticare nuovi modelli di sviluppo e di produzione compatibili con l’ambiente.

La RSU Almaviva condanna qualsiasi operazione di smantellamento della Città dell’Altra Economia nella sua filosofia originaria di struttura solidale ed aperta alla città, che ne ha caratterizzato la storia, contro ogni tentativo di utilizzo delle strutture in nome di operazioni puramente commerciali e speculative.

ROMA, 08/08/2012

RSU AlmavivA spa – ROMA

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Archivi