CONTRATTO NAZIONALE:

INCONTRO E PRESIDIO

 

 

 

Entrambi i contratti nazionali in vigore (sia quello unitario firmato nel 2008, sia quello separato del 2009) sono arrivati a scadenza.

 

Conseguentemente, le organizzazioni sindacali hanno elaborato le piattaforme per il rinnovo: la Fiom ha fatto votare la sua in un referendum fra tutti i lavoratori e le lavoratrici (in Almaviva si è votato ad Ottobre 2011), la Fim, la Uilm e l’Ugl hanno fatto votare le loro tra gli iscritti e le iscritte nelle scorse settimane.

 

Tutti i documenti (rintracciabili sui siti web delle diverse organizzazioni) sono stati inviati a Federmeccanica, la quale, a sua volta, ha approvato delle “Linee guida per il rinnovo del CCNL” che costituiscono una sorta di contro piattaforma: in esse si sostiene che il rinnovo del CCNL non è utile se non tiene conto delle condizioni peggiorative specificate e proposte nel documento stesso (disponibile sul sito di Federmeccanica).

 

A seguito di ciò, Lunedì 23 Luglio, Federmeccanica ha convocato per una prima riunione di confronto, le sole organizzazioni firmatarie del contratto separato del 2009, escludendo la Fiom.

 

Questa scelta può essere considerata illegittima e discriminatoria in quanto pretende di escludere dalla trattativa il sindacato più rappresentativo della categoria, anche in violazione dell’accordo interconfederale del 28/6/2011.

 

Per questi motivi la Fiom ha indetto un presidio davanti alla sede di Confindustria per Lunedì 23 dalle 10 alle 14.

 

Per consentire la partecipazione al presidio la Fiom territoriale ha indetto uno sciopero di 2 ore flessibile in entrata per Lunedì 23, dando appuntamento insieme ai delegati in Viale dell’astronomia alle ore 9,45.

 

 

19 Luglio 2012                                                                                 RSU ALMAVIVA – TSF

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Archivi