PROBLEMI? SPOSTIAMOLI ALTROVE!

 

Ieri pomeriggio la direzione aziendale ha convocato la RSU per comunicare che, “a causa di una semestrale complicata”, dalla Divisione Transportation dovranno uscire urgentemente (a partire da Venerdì 15) 48 persone su 432 dell’area. Contestualmente dovranno uscire anche 25 consulenti esterni, su circa 370 attualmente impegnati.

Per 22 delle 48 persone in uscita è prevista una ricollocazione tempestiva in altre strutture aziendali, per gli altri il passaggio nella struttura Adeguamento Skill.

 

Anche prendendo per buone le motivazioni addotte dall’azienda, peraltro non quantificate (e questo ci costringe a ricordare che siamo ancora in attesa di ricevere gli ultimi dati economici aziendali, con particolare riferimento a quelli necessari al calcolo degli indicatori del Premio di Risultato), questa decisione non risolve alcunché, infatti:

  • sposta il problema verso il resto di Almaviva;
  • discrimina lavoratrici e lavoratori senza criteri oggettivi;
  • contraddice le politiche aziendali, in particolare per la situazione originata dal nuovo contratto Ferrovie.

 

In quest’area, infatti, le difficoltà legate alla riduzione delle attività e al decremento dei ricavi sono note da tempo e l’azienda, in accordo con i sindacati, si era data un piano di azione che prevedeva l’uso dei seguenti strumenti:

1)    CdS al 17,5% per tutte le persone in questo settore;

2)   riduzione delle esternalizzazioni da 800 a 250 anni uomo;

3)   riallocazione di qualche persona in ambito di gruppo, sfruttando le sinergie portate dalla fusione aziendale.

 

Paradosso vuole che la Divisione Transportation nel 2011 e in particolare nel semestre incriminato abbia:

1)    chiesto insistentemente e ottenuto una consistente riduzione della percentuale di CdS nella maggior parte delle aree;

2)   mantenuto una quota di esternalizzazioni più ampia di quanto previsto;

3)   ostacolato il passaggio di applicazioni e persone alle strutture centralizzate.

 

Sorgono quindi spontanee alcune domande:

  • La Divisione Transportation è una repubblica autonoma?
  • Il suo gruppo dirigente, già in carica da molto tempo, viene misurato sui risultati che produce?
  • Le tre riorganizzazioni in pochi mesi quali risultati hanno prodotto in termini di efficienza, economicità e qualità del servizio? E quanto disorientamento tra i lavoratori e nel rapporto tra le diverse strutture aziendali?

 

I problemi aziendali sono molti e complicati. Vanno affrontati individuando soluzioni condivise che tengano unita l’azienda Almaviva (a maggior ragione dopo la conclusione dei processi di fusione societaria) e tutelino la dignità professionale dei lavoratori.

 

Chi agisce per conto proprio ostacola e vanifica i vantaggi dell’integrazione aziendale.

 

 

13 Giugno 2012                                                            RSU ALMAVIVA

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Archivi