Nuovo accordo TURNI

Come è noto il lavoro a turni è previsto da leggi e contratti e, per quanto riguarda il settore metalmeccanico, è disciplinato dal contratto nazionale che prevede, in caso di esigenze produttive aziendali, che il lavoratore possa essere assegnato ad attività a turni.

Fino ad ora in azienda erano previsti – e regolati formalmente da accordo – solo i turni H24 (tipici del CED), con indennità di turno pari a 3€ al giorno.

In questi ultimi tempi le gare e i contratti con i clienti hanno imposto sempre più spesso livelli di servizio e di assistenza con coperture orarie diversificate difficilmente compatibili con la gestione dell’orario prevista dai nostri accordi.

L’azienda ha fino ad ora gestito discrezionalmente queste situazioni, stabilendo sia turnazioni che orari di lavoro.

Il nuovo accordo stabilisce (con esclusione del personale ex Almaviva Finance che mantiene quanto previsto dal proprio accordo integrativo) delle regole generali per queste situazioni individuando due articolazioni di lavoro a turni:

a)    copertura del servizio fino a 10 ore

b)    copertura del servizio maggiore di 10 ore e fino a 24 ore

Nel caso (a) viene introdotta una “Indennità di perdita di elasticità” pari a 2 € al giorno.

Nel caso (b) si conserva l’ “Indennità di turno”, aumentandola a 3,50 €.

Inoltre, per il personale di 6° e 7° livello che, in caso di assegnazione ad attività a turni, perderebbe anche la “autonomia” sull’orario, si introduce un’ulteriore “indennità gestione autonoma dell’orario” che nel caso (a) è pari a 2 € e nel caso (b) è pari a 3,50 €.

Il tutto è riassunto schematicamente nella seguente  tabella:

Orario di copertura del servizio Indennità

perdita elasticità

(tutti i livelli)

Indennità

turno

(tutti i livelli)

Indennità

perdita gestione autonoma dell’orario

(6° e 7° liv.)

(a) Fino a 10 H (compreso) 2 € 0 € 2 €
(b) Da 10 H a 24 H 0 € 3,50 € 3,50 €

L’accordo inizialmente si applica solo alle aree in cui l’attività a turni è formalmente consolidata (CED della sede di via degli Estensi e ad un gruppo specifico all’interno del contratto di conduzione sistemistica del progetto Inpdap).

L’istituzione formale di turni di lavoro per eventuali altre aree potrà avvenire solo dopo incontri di verifica tra Direzione aziendale e RSU.

Entro giugno si svolgerà un primo incontro di monitoraggio e verifica sull’applicazione dell’accordo.

Roma, 12 maggio 2011                                                            RSU AlmavivA SpA

( www.rsualmaviva.it )

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Archivi