Archivi

I CONTRATTI DI SOLIDARIETA’ (2a parte)

EFFETTI SUI PRINCIPALI ISTITUTI CONTRATTUALI E NORMATIVI

Le informazioni che seguono sono riportate in forma sintetica e si riferiscono

alla regolamentazione prevista per Almaviva e Almaviva TSF, alla luce dell’ipotesi di accordo,

e al caso di CdS con riduzione d’orario applicata in maniera verticale (giornate intere).

Per ogni specifico approfondimento si rimanda agli accordi e alla normativa vigente.

 

Previdenza complementare (Fondo Cometa)

La riduzione d’orario dovuta ai CdS non ha effetto sui contributi versati a Cometa.

In sostanza la base di calcolo dei contributi e quindi tutte le quote di contribuzione (contributo azienda, contributo dipendente “minimo”/”maggiorato”, contributo dipendente “quota TFR”) rimangono invariate.

Maturazione di ferie, Sa/Do, ROL e PAR (spettanza)

Le ferie maturano per intero (la riduzione d’orario dovuta ai CdS non riduce la spettanza ferie).

I Sa/Do maturano per intero (la riduzione d’orario dovuta ai CdS non riduce i Sa/Do che si maturano nell’anno).

I ROL vengono riproporzionati sulla base della riduzione d’orario dovuta ai CdS

Per quanto riguarda i PAR (ex festività) bisogna distinguere due casi:

TSF (PAR fruibili solo a giornate intere o mezze giornate): i PAR maturano per intero

Almaviva (PAR fruibili anche a minuti): i PAR vengono riproporzionati sulla base della riduzione d’orario dovuta ai CdS

Trattamento economico di ferie, Sa/Do, ROL e PAR (pagamento)

La riduzione d’orario dovuta ai CdS non ha effetto sul trattamento economico di ferie, Sa/Do, ROL e PAR.

Festività infrasettimanali

Le festività infrasettimanali non vengono considerate nel calendario utile alla pianificazione dei giorni di CdS. In sostanza, non potendo essere pianificate, non provocano successivi slittamenti o ridefinizioni dei giorni di CdS.

Premio di Risultato–parte fissa e 13a mensilità

Il Premio di Risultato-parte fissa e la 13a mensilità vengono riproporzionati (e la differenza integrata al 80%) sulla base della riduzione d’orario prevista dai CdS.

Congedo per Maternità (astensione obbligatoria)

Il Congedo per Maternità “prevale” sempre sul trattamento per CdS (il trattamento economico dei giorni di aspettativa viene calcolato sempre sulla retribuzione intera)

Congedo Parentale (astensione facoltativa)

Il trattamento economico per Congedo Parentale, ove previsto, viene erogato solo per i periodi di prevista attività (seguiranno specifiche indicazioni operative da parte dell’azienda).

Permessi per allattamento

Se in giorni di CdS è il permesso non viene utilizzato

Se in giorni non di CdS è il trattamento economico viene calcolato sulla retribuzione intera

Malattia

In caso di malattia in giorni di CdS è il trattamento economico viene riproporzionato (e la differenza integrata al 80%) sulla base della riduzione d’orario prevista dal CdS

In caso di malattia in giorni non di CdS è il trattamento economico viene calcolato sulla retribuzione intera

Straordinari

Il lavoro straordinario per i lavoratori in CdS non è consentito, salvo il caso di “sopravvenute e straordinarie esigenze collegate all’attività produttiva” (DM 46488/2009)

Permessi legge 104

Se i permessi vengono fruiti “a ore” (2 ore al giorno) è nei giorni di CdS il permesso non viene utilizzato; nei giorni non di CdS il trattamento economico viene calcolato sulla retribuzione intera

Se i permessi vengono fruiti a giornate intere (3 giorni al mese) è vengono riproporzionati sulla base della riduzione d’orario prevista dai CdS.

Assegno per il nucleo familiare

Viene erogato sia per le giornate di attività che per quelle in CdS.

(a cura delle RSU Almaviva, ex Almaviva Finance e TSF di Roma – 24 febbraio 2011)

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login