COMUNICATO RSU ALMAVIVA ROMA

Con questo comunicato  proviamo a fare il punto della situazione.

All’inizio dell’estate siamo riusciti a concludere con l’azienda una serie di accordi importanti su:

  • fusione Almaviva-Almaviva Finance
  • tutele per l’assunzione e applicazione degli accordi integrativi per gli apprendisti
  • Premio di Risultato variabile in Almaviva SpA, liquidato per la sua prima parte a luglio

Oggi la complessità della situazione è aumentata.

Situazione generale

La fase economica resta difficile, la situazione politica nazionale è sempre più incerta e, alle divisioni esistenti nel mondo sindacale (accordi separati), si aggiunge la decisione di Federmeccanica e di Marchionne di alzare la posta in gioco e regolare i conti (disdetta del contratto nazionale, minacce di delocalizzazione e licenziamenti in FIAT).

Situazione di Almaviva SpA e del gruppo

Bisogna tener conto di alcuni elementi fondamentali che contribuiscono ad aumentare il grado di complessità:

  • la fusione di Almaviva Finance in Almaviva, con le sue problematiche di integrazione, è operativa dal 1 luglio
  • la filiale Calabria dove non è ancora stata stabilizzata la situazione produttiva e in cui permangono i contratti di solidarietà
  • le nuove assunzioni che proseguono secondo i piani aziendali e che comportano l’ingresso di un elevato numero di persone con problematiche di omogeneizzazione e integrazione tra le risorse
  • la gara TSF – sistema informativo delle Ferrovie (la scadenza per la presentazione delle offerte è prevista per il 5/10/2010)  che rappresenta un contratto strategico non solo per TSF ma per l’intero gruppo
  • la nuova organizzazione, che dovrà essere in grado di affrontare tutti questi problemi e le difficoltà di mercato, era attesa per la fine di luglio ma si sta concretizzando solo in questi giorni

Oltre a dover seguire questi aspetti strutturali, fondamentali per il futuro aziendale, siamo impegnati ad affrontare temi più specifici:

Contrattazione

L’accordo aziendale del 3 luglio 2009 ha uniformato i trattamenti economici e normativi. Adesso occorre controllarne la corretta applicazione e proseguire nella definizione di alcuni punti rimasti in sospeso.

All’inizio del prossimo anno occorrerà definire con l’azienda la seconda tranche della parte variabile del Premio di Risultato, che verrà pagato ad aprile 2011.

In prospettiva continuiamo a lavorare sul progetto Almaviva Green, per svilupparlo ed espanderlo all’interno del gruppo, in modo da valorizzarne le potenzialità e le opportunità professionali e produttive.

Sicurezza, logistica e servizi

I cambi di sede (TSF-Galati, Via Gianni, Inpdap) e la crescita di organico stanno creando una vera e propria emergenza logistica generale.

Garantire livelli adeguati dei servizi (trasporti, parcheggi, mensa, pulizie) e delle caratteristiche dell’ambiente di lavoro e vigilare sul rispetto delle norme di sicurezza, sono ancor più diventati un impegno costante e quotidiano.

A tutto questo si aggiunge il confronto con i vari enti amministrativi competenti (Comune, Municipio, ATAC) sul problema della futura viabilità di via di Casalboccone.

Continuiamo a pensare che la solidarietà e la coesione rappresentano i valori su cui si fonda l’azione sindacale; proprio per questo crediamo che l’integrazione tra le diverse componenti aziendali e la partecipazione attiva di tutte e tutti sono le basi su cui costruire la difesa e lo sviluppo delle nostre condizioni di lavoro in azienda.

Roma, 23 settembre 2010                                                                                                    RSU Almaviva Roma

Il sito RSU è completamente rinnovato: www.rsualmaviva.it

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Archivi