Archivi

COMUNICATO SINDACALE

 

Lo sciopero indetto dal coordinamento nazionale delle RSU del gruppo Finsiel-Almaviva per il 30 novembre ha un significato molto diverso ed importante per le nostre aziende calabresi Almaviva Sud(ex Intersiel, per non dimenticare) e Carisiel. Con questa manifestazione noi abbiamo la necessità di affermare e rivendicare il nostro legame ed appartenenza al gruppo, non siamo e non vogliamo essere una realtà isolata e diversa.

Lo stato del tessuto politico ed economico della nostra regione lo conosciamo bene, per questo dobbiamo renderci conto che le nostre aziende non possono vivere di sola Calabria.

Per ammissione degli stessi rappresentanti aziendali il mercato calabrese potrebbe esprimere, nel migliore dei casi, il 30% del nostro fatturato, il rimanente 70% deve necessariamente essere ricercato nel mercato nazionale.

Ed è per questi motivi che dobbiamo far “sentire” la nostra  presenza anche questa volta, per ricordare a tutti i nostri colleghi ed alla nuova proprietà che noi siamo e vogliamo continuare ad essere parte integrante e fondamentale del gruppo Finsiel-Almaviva.

Pertanto, anche a rischio di diventare noiosi, esortiamo tutti i colleghi a fare uno sforzo di partecipazione a questa giornata di lotta, per evitare che qualcuno possa interpretare male i segnali di disinteresse  e spingere verso un nostro isolamento ed allontanamento dal gruppo, sarebbe la nostra fine.

Qualcuno potrebbe anche pensare che da noi tutto è perfetto, non esistono problemi e siamo tutti contenti di come vanno le cose, potrebbero pensare anche che mandare qualcuno a casa non è in fondo un grosso problema.

 

Lottiamo insieme ai nostri colleghi di Roma e Milano per il nostro futuro, solo rimanendo uniti possiamo raggiungere obiettivi comuni.

 

 

RSU Almaviva Sud (ex Intersiel)

RSU Carisiel 

 

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login