Archivi

comunicato sindacale

 

SCIOPERO DI 8 ORE DEL GRUPPO FINSIEL-ALMAVIVA

E MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA

 

Ad oltre un anno dalla vendita del Gruppo Finsiel da Telecom Italia al Gruppo Cos di Alberto Tripi, le prospettive di quello che è stato ed è uno dei gruppi più importanti dell’informatica italiana sono incerte e preoccupano le Organizzazioni Sindacali, i lavoratori e le lavoratrici.

Dalla vendita a oggi il Gruppo Finsiel si è ridimensionato e permane in uno stato di profonda  confusione strategica. C’è stata la cessione di pezzi importanti, qualche piccola acquisizione (Actalis), l’aggravarsi delle difficoltà per le aziende calabresi (Carisiel ed Intersiel, oggi Almaviva Sud), difficoltà per Banksiel (oggi Almaviva Finance), incertezza per il futuro di TSF in merito alla permanenza nel Gruppo.

Rispetto agli annunci della proprietà di iniziative sul mercato delle piccole e medie imprese e su quello della Pubblica Amministrazione Locale si registrano ritardi, l’integrazione con il resto delle attività del Gruppo Cos non si è compiutamente realizzata e il processo di fusione societaria annunciato un anno fa è radicalmente cambiato e non è assolutamente chiaro il senso delle operazioni in atto.

Il 28 settembre l’azienda ha rifiutato di incontrare Fim, Fiom e Uilm e le Rsu in un incontro convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico e ora Marco Tripi, Amministratore Delegato di Almaviva, ha annunciato i primi tagli di personale, contraddicendo gli impegni e le promesse di sviluppo e di crescita occupazionale.

Fim Fiom Uilm ed il Coordinamento Nazionale giudicano grave questa situazione grave e ritengono urgente un confronto di merito sulle prospettive e le politiche industriali del Gruppo.

Fim Fiom Uilm ritengono necessario un intervento del Governo per fare chiarezza e costruire un confronto vero e proficuo sulle prospettive industriali, magari prima di vendere a Tripi altri pezzi di informatica attualmente sotto il controllo pubblico, e sul ruolo del gruppo Finsiel nel settore.

Per questi motivi  Fim Fiom Uilm e il Coordinamento Nazionale proclamano

 

8 ore di sciopero per giovedì  30 novembre

 

con manifestazione nazionale a Roma

 

corteo da Piazza Esedra (ore 10) a Piazza Barberini da dove

una delegazione sindacale raggiungerà il Ministero dello Sviluppo Economico

per illustrare le ragioni dello sciopero e le richieste dei lavoratori

                                                                       Fim Fiom Uilm Nazionali

                                                                            Coordinamento Nazionale RSU Finsiel

 

Roma, 28 novembre 2006

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login