Archivi

ALMAVIVA DAY 3

L’ANGELO STERMINATORE

 

Meglio tardi che mai? Da oggi è disponibile sul sito InAlmaviva uno “speciale” dedicato all’Almaviva Day del 30 ottobre scorso. Non si tratta di un resoconto completo di tutti gli interventi della giornata: manca ad esempio quello di Pierpaolo Cristofori, responsabile Amministrazione e Finanza, e tutti o quasi sono riportati in sintesi.

 

Solo quello di Marco Tripi è riportato per esteso ed è particolarmente inquietante. Qui ci concentriamo su alcuni passaggi in cui l’attuale AD della Holding ha esplicitato il suo pensiero sulla gestione delle risorse umane (vedi capitoli La Scelta e Almaviva).

 

“E’ solo infatti premiando, economicamente ed organizzativamente, i colleghi più bravi, ed allontanando i meno volenterosi e produttivi, che un’azienda può avere veramente successo. Sono fermamente convinto che fra tutti i valori aziendali questo sia quello più importante ed inderogabile.”

 

La Direzione del personale, su mia indicazione, ha già predisposto, in questo senso, un nuovo sistema di valutazione che, in maniera semplice ma completa, metterà in condizione ogni collega che abbia una responsabilità gestionale, di valutare le proprie risorse due volte l’anno tramite un veloce applicativo su rete (…) Tutti coloro che nelle valutazioni semestrali saranno valutati costantemente in maniera non sufficiente dovranno essere inseriti in un percorso di uscita.”

 

“Dobbiamo quindi continuare a porci un obiettivo (che dovrà essere necessariamente raggiunto nel corso del 2007) di un turnover nel gruppo di almeno 250 risorse.”

 

“Come già sapete e vedrete meglio quando parleremo di organizzazione, è stato già stabilito l’accentramento pressoché totale delle nostre funzioni di staff direzionali nelle Direzioni Almaviva. (…) L’obiettivo che ci dobbiamo porre, e che vi prego di memorizzare, è la diminuzione, nel corso del 2007, di almeno il 20% degli staff direzionali ed operativi di tutto il Gruppo.

 

Di fronte al fallimento delle proprie strategie industriali, assediata dai debiti, angosciata dalle difficoltà del mercato e incapace di rilanciare lo sviluppo del gruppo, la Direzione aziendale ha deciso di sfoderare la spada: basterà separare i buoni dai cattivi (i meno volenterosi e produttivi…) per far ripartire l’azienda e raggiungere gli obiettivi desiderati, quotazione in Borsa compresa.

 

Ogni commento ci sembra inadeguato.  VERGOGNA!

 

VENERDI’ 24 NOVEMBRE  – SCIOPERO INTERA GIORNATA

MANIFESTAZIONE NAZIONALE – ore 10 CORTEO da Piazza Esedra

 

Roma, 20 novembre 2006                                                                       RSU Finsiel

 

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login