Archivi

CHE TEMPO FA ?

(seconda puntata)

 

Sta arrivando la primavera ma per Finsiel la schiarita non si vede. Non si vede a livello di gruppo né a livello aziendale. E nemmeno sul piano delle relazioni sindacali.

 

Quotazione in Borsa à NUVOLOSO

 

 

Il progetto di quotare in Borsa il gruppo AlmavivA sta avendo una forte accelerazione: dovrebbe infatti avvenire subito dopo la fusione AlmavivA-Cos-Finsiel, annunciata per la fine del 2006, quindi con notevole anticipo rispetto ai piani iniziali.

 

Da questo punto di vista la probabile “acquisizione” di Data Service (circa 900 dipendenti, alcune centinaia in cassa integrazione) appare come un’operazione marcatamente speculativa. Infatti Data Service, pur trovandosi nelle note difficoltà industriali ed economiche, è già quotata in Borsa e la sua integrazione nel gruppo permetterebbe di accorciare i tempi canonici per la quotazione. 

 

Alla luce del recente rapporto di Federcomin (di cui Tripi è presidente) la corsa verso il mercato azionario appare paradossale. Secondo il rapporto infatti la situazione del settore ICT è statica e la ripresa si concretizzerà solo tra 3-5 anni. Non si tratta di una novità assoluta: già da qualche anno i vari esperti del settore, segnalando le difficoltà congiunturali, prevedono che l’anno immediatamente successivo debba essere l’anno della svolta. Ma la svolta ancora non si vede… Da questo punto di vista il momento non sembra particolarmente propizio. 

 

E allora sorge il dubbio che l’ingresso anticipato in Borsa possa derivare da altre ragioni (trend del mercato azionario, liquidità, rapporto Tripi-Interbanca,…). In qualsiasi caso è chiaro che, se la vendita di azioni andasse in porto positivamente, il risultato sarebbe doppio: Interbanca, vendendo anticipatamente la propria quota, recupererebbe subito l’investimento iniziale mentre Tripi potrebbe avere mano libera nella gestione dell’azienda e contare su una maggiore liquidità.

 

Intanto comunque l’obiettivo ravvicinato della quotazione ha prodotto un effetto immediato: l’attenzione spasmodica ai problemi dell’immagine e dei costi da tagliare …

 

Per discutere di tutti questi problemi è necessario riprendere il confronto a partire dalle strategie di gruppo, come già chiesto dal coordinamento RSU Finsiel, dando attuazione agli impegni che l’azienda si era assunta nell’incontro di ottobre 2005 e non ha saputo (o voluto) mantenere.

 

(2 – CONTINUA)

 

Roma, 14 marzo 2006                                                        RSU Finsiel

I Commenti sono chiusi

Coalizione Clima
Approfondimenti
Login